L’ARTE DI PISTOLETTO A SERVIZIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA

Annunciata a Roma la collaborazione fra l’artista biellese e l’associazione umanitaria più grande del mondo.

Si è da poco concluso a Roma JUMP 2018, la Convention dei Volontari della Croce Rossa Italiana che ha visto succedersi incontri, workshop, conferenze e ospiti internazionali per immaginare il futuro e le nuove sfide che attendono l’associazione. Fra gli ospiti presenti, anche Cittadellarte, nella persona del direttore Paolo Naldini, a raccontare la convezione che è stata stretta tra le due organizzazioni sulla base del comune impegno alla cura, la cura dell’altro e dell’ambiente.

L’inizio del progetto risale al 4 ottobre scorso, a Biella, quando durante un incontro si sono poste le basi per una collaborazione fra le due realtà. Per l’occasione, l’artista biellese ha creato un nuovo Terzo Paradiso dedicato alla Croce Rossa Italiana e ispirato proprio ai sette principi della CRI: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità e universalità. Domenica scorsa a Roma, nella giornata conclusiva di JUMP, si è poi aggiunto un nuovo tassello, con un video messaggio da Cuba di Michelangelo Pistoletto e l’intervento di Paolo Naldini che ha presentato Cittadellarte e la convezione stretta tra la Fondazione e la CRI: “Grazie a Croce Rossa Italiana per aver accolto il messaggio del Terzo Paradiso come un simbolo guida per la sua straordinaria attività umanitaria. La Croce Rossa Italiana è una della più consolidate e grandi organizzazioni mondiali; considerarla partner di Cittadellarte è un onore e ci consentirà di approfondire la nostra ricerca offrendo ai nostri allievi un caso studio d’eccellenza fornendo alla CRI stessa la possibilità di usufruire della conoscenza accumulata dalla nostra università in questi decenni”.

Tag:, , ,