LA MONTAGNA PANTANI NON SI CORRE PER UNA QUESTIONE DI MEZZ’ORA?

Non si dà pace Enrico Cavallini che ora trova in Livia Caldesi un nuovo sponsor. Il consigliere di minoranza avanza un’interrogazione alla giunta Cavicchioli.

Le polemiche sul “no” alla 4^ edizione del Gran Fondo Alpi Biellesi non si placano. Al nostro articolo pubblicato ieri (clicca qui per leggere) con l’opinione dell’organizzatore Enrico Cavallini e conseguente risposta del sindaco di Biella Marco Cavicchioli, ora lo stesso Cavallini non si dà pace e tiene a precisare che si tratterebbe “di trovare modalità organizzative che rispettino le esigenze di tutti: le modalità gentilmente richieste si limitavano a 30, massimo 40 minuti di chiusura di strada dalle ore 12.00. Mezz’ora in un anno si sarebbe anche potuto concedere, rispettando le esigenze di tutti. Il Biellese è un bel territorio, ma per portare almeno un migliaio di partecipanti a Biella è necessario, ‘vendere’ Oropa, come vero appeal ciclistico, senza il quale la partecipazione sarebbe talmente esigua da non coprire le spese organizzative”. Era stata infatti proposta come alternativa una sede diversa dal Santuario. Questa ulteriore precisazione di Cavallini ha fatto breccia anche nella politica locale. Livia Caldesi, consigliere di minoranza di Fratelli d’Italia si schiera a fianco dell’organizzazione e interroga assessore e sindaco di Biella “per sapere se corrisponde al vero che la mancata autorizzazione allo svolgimento della gara ciclistica sia dovuta unicamente al non voler chiudere per mezz’ora la strada per Oropa” sottolineando “il controsenso, da parte di questa Amministrazione, di investire risorse per lanciare Oropa come meta ciclistica, per promuovere Biella attraverso opuscoli come città amica della bicicletta, e parallelamente di non essere poi conseguenti quando ci si trova dinanzi ad un’iniziativa concreta che non costa un euro al Comune di Biella e porta solo vantaggi al territorio”.

Fulvio Feraboli

Tag:, , , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*