LA LOTTA ALL’8 MARZO

8 marzo con il ‘Tavolo Femminista’ del ‘Coordinamento Antifascista Biella’ che si è unito alla marea di persone che ha invaso le piazze italiane aderendo e partecipando attivamente alla Giornata Internazionale di Sciopero Transfemminista dal lavoro ‘produttivo, riproduttivo e di cura’ organizzata da ‘Non Una Di Meno’ a Torino, per ribadire che l’8 marzo non è una festa ma un giorno di lotta e di rivendicazione.
Moltitudini di persone si sono riprese le strade e le piazze in una marcia partita in Sudamerica e che da tre anni invade ogni angolo del globo, dall’Europa all’Asia, attraversando la Russia e le terre Curde, al grido di ‘Non Una di Meno’.
Le donne rivendicano il diritto di decidere sui propri corpi e sulla propria salute, rivendicano il diritto di sentirsi sicure per le strade, nelle case, nei luoghi di lavoro, libere di attraversare le frontiere, libere di amare e di lottare!
‘Non una di meno’ significa non un’altra donna uccisa dal marito, violentata da tre sconosciuti, morta due volte per una sentenza inaccettabile. Non un’altra strumentalizzazione sul corpo delle donne.  Non più attacchi alla libertà, sempre tanto precaria, delle donne di decidere se portare avanti una gravidanza ed essere magari costrette a lasciare il lavoro (25.000 neo mamme hanno perso/lasciato il lavoro nel 2018), o se abortire per i propri insindacabili e validi motivi, e poterlo fare senza sensi di colpa trattate con rispetto e delicatezza.
redazione biellacronaca
Tag:, ,