LA KERMESSE DEL TENNISTAVOLO. TUTTI I RISULTATI

Dal 28 aprile al primo maggio, si sono svolti a Terni i Campionati Nazionali Giovanili di tennistavolo. Quattrocentonovanta i partecipanti in rappresentanza di 110 società sportive provenienti da quasi tutte le regioni visto che la vicina Valle d’Aosta da anni non è rappresentata. La delegazione del Tennistavolo Biella, seguita dal coach Adrian Panaite, era composta da ben 13 atleti. Partenza non particolarmente felice per gli atleti meno giovani impegnati nel singolo. Tutti fuori dal girone tranne Vincenzo Carmona che agguanta la qualificazione per il rotto della cuffia. Per Luca Formagnana e Nicolò Manfredi c’è stato ben poco da fare, chiusi dal pronostico perdono tutte le quattro partite disputate. Meglio Tommy Ferraris  che batte De Laurentis e perde per un nulla (15 a 13 al quinto set, con quattro match-point non trasformati) contro il più quotato Mellino. Fuori anche Simone Cagna, testa di serie del girone, che chiude in seconda piazza a pari merito, ma punito dal quoziente set. Meglio di lui infatti fanno il siciliano Lo Verso, contro il quale il nostro si è trovato avanti di due set a zero, ed il romagnolo Brugugnoli, battuto da Simone. Vincenzo, superato il girone, anche grazie all’assenza di Coletta, perde al primo turno (sedicesimi di finale) dal napoletano Palmieri.

Nel pomeriggio si giocano i doppi della categoria Allievi; nel maschile due le coppie biellesi, Fabio Cosseddu che gioca con Marco Solesio e Francesco Gamba che è abbinato al torinese Costantino Casassa. Francesco e Costantino al primo turno superano i sardi Pala e Lai, poi è la volta di Bevilacqua e Toppo, per fermarsi, nei quarti per mano degli amici torinesi Vallino e Giai che poi si inerpicheranno sin sul gradino più alto del podio. Ottima prestazione dei due giovani che riescono a raggiungere brillantemente la semifinale e qui battuti dalla coppia regina, i castellani Bassi ed Arlia. Il cammino vincente di Francesco e Chiara ha visto al primo turno gli altoatesini Rautscher e Klotz, poi Pezzini ed Angeli anche loro portacolori del Castelgoffredo ed infine, nei quarti, Giacometti e Thai Kim.

Secondo giorno: singoli degli Allievi e le gare di doppio degli Junior. Francesco vince con sicurezza il proprio raggruppamento regolando in quattro set la seconda testa di serie del girone, Pezzini. Nel tabellone ad eliminazione diretta, supera il siciliano Violante, per poi fermarsi, negli ottavi, per mano di Pecchi, portacolori del Villa d’Oro di Modena. Doppio maschile juniores con i lanieri ancora sotto tono. Nicolò e Tommy perdono subito dai più quotati Cappuccio e Braccioni, mentre Simone e Vincenzo, dopo aver superato i salentini De Laurentis e Bocina, vengono fermati, negli ottavi, dai certo non irresistibili Moras e Cantella. Molto meglio nel misto, la presenza, a fianco, della ragazza ha stimolato l’orgoglio dei biellesi che si sono impegnati al massimo. Simone e Andrea Ricupito, atleta oleggese tesserata per il Torino, superano al primo turno i veneti Pellizzon e Valotto per poi fermarsi, negli ottavi, contro Martinalli e Monfardini che chiuderanno la gara in seconda piazza.

Terzo giorno: gare di singolo dei Ragazzi e gare di doppio dei Giovanissimi. Tra i Ragazzi vi è solamente Tommaso Sorrentino che disputa il singolo. Buona la sua gara, con la vittoria su Podeschi e le sconfitte per mano del trentino Delama (11 a 8 al quinto set), di Bragadini ed Amodeo. Nei Giovanissimi, Giacomo Forno gioca con Emanuele Rossi dell’Avis Isola d’Asti. La coppia inedita vince la prima partita contro i calabresi di Polistena Cavallari e Capitò e poi capitola solamente al quinto set (10 a 12) contro i friulani Musian e Gruden. Nel doppio femminile, Arianna Gamba e Federica Prola si fermano subito contro le forti Seu e Mattana, mentre un po’ più di strada la percorrono Lodovica Motta e Giuliano Carlotta (A4 Verzuolo). Infatti le due ragazzine, prima di perdere, nei quarti, al quinto set, per mano delle lombarde Libretti e Galli, superano, al primo turno, le venete Filippi e Malesani. Nel misto perdono subito sia Giacomo e Arianna (contro i forti Faso e Misceo) che Federica in coppia con Rossi (contro Broccia e Seu). Raggiungono invece i quarti Lodovica e Davide Simon, giovane talento di Piossasco allenato da Alberto Margarone. Al primo turno facile vittoria sui veneti di S. Bartolomeo Salzano, Ferraccioli e Milan, poi è la volta dei giuliani Paulina e Copetti. Nei quarti, contro i veneti Trevisan e Del Fabbro, i nostri erano partiti avanti due set a zero e solamente un calo di rendimento di Lodovica non ha consentito ai due bravi atleti di salire sul tanto agognato podio.

Quarto ed ultimo giorno: i singoli dei più piccini ed i doppi dei Ragazzi. Tutti i piccoli atleti del sodalizio biellese hanno disputato buone gare. Arianna perde da Minurri (testa di serie numero due) e, solamente al quinto set, dalla più quotata Marinelli. Poi batte Nenis. Federica, che disputa una gara sublime, sfiora la qualificazione. Batte Mura e Baggiani (numero nove del ranking) in tre set; perde da Zappavigna e, al quinto set, dopo essere stata avanti due set a uno, da Picu. Bravissima Federica. Lodovica, sconfitta in tre set dalla veneta Filippi, supera il girone con le vittorie su Salmaso, Leogrande e Massaroni. Nel tabellone passa ancora un turno imponendosi alla varesina Daverio per poi arrestarsi, nei quarti, di fronte allo strapotere della sarda Seu. Molto bene anche Giacomo, benché alla prima esperienza, a parte il romano Bianchi, se la gioca con tutti; batte Capitò, e perde solamente al quinto set, sia con il ligure Tiberti che con il milanese del S. Giorgio Limito, Martinez, atleti che attualmente sovrastano letteralmente in bravo Giacomo.

 

 

 

Comments are closed.