LA BIELLESE, TRATTATIVA AVANZATA CON MAURIZIO BRAGHIN

Fiducia intanto al tecnico Alessio Opezzo per l’impegno di domenica. Nomi importanti seguiti dalla dirigenza bianconera ma le ultime ore sono state caldissime e portano verso Maurizio Braghin.

In casa La Biellese è arrivato il momento di voltare pagina. L’esonero di Andrea Roano è arrivato in maniera improvvisa se si pensa che la società  bianconera aveva confermato a più riprese il tecnico, arrivando anche a rifiutare le sue dimissioni. Cerchiamo di capire passo per passo i vari allenatori sondati dal club.
Tanti nomi eccellenti. Una scelta forte che va a punire un inizio di stagione non in linea con gli obiettivi societari, anche se è evidente che le colpe non possano essere addossate esclusivamente a Roano.
In ogni caso la società si sta guardando intorno: tra i vari nomi che si sono fatti nelle ultime ore in pole position troviamo Pinuccio Fornara, tecnico di elevata esperienza che ha già lavorato per il presidente Vittorio Bellosta al Briga e presente in tribuna nelle ultime gare casalinghe dei bianconeri.
Tra gli altri candidati troviamo Giuseppe Albertini, già visto in passato sulla panchina laniera come vice di Luca Prina e come capo allenatore della Junior Biellese, che è senza squadra dopo l’esonero arrivato lo scorso dicembre dal Ponderano.

Un profilo diventato molto caldo in queste ultime ore è quello di Mirko Monetta, ex centrocampista visto per diverse stagioni a Biella reduce da alcune esperienze come tecnico in Valle d’Aosta. Anche l’ex allenatore di Santhia e Sporting Bellinzago Giovanni Koetting, che da giocatore ha indossato le casacche di Juventus e Udinese, è tra i papabili per il dopo Roano.

Un altro nome che sta girando in queste ore è quello di Enrico “Chicco” Rossi, ex giocatore bianconero e attualmente allenatore della Juniores, una soluzione interna che al momento pare essere la pista meno calda.

Il colpo a sorpresa. Lo abbiamo tenuto in caldo, per ultimo, proprio perchè in queste ore, dalle voci di corridoio, sono stati avviati, da qualche giorno, i contatti con Maurizio Braghin. L’impressione è che la società stia sondando molto attentamente le diverse possibilità per piazzare il colpo ad effetto e il grande ex bianconero con alle spalle un carriera di assoluto valore in serie A, B e C sia da giocatore che da allenatore, corrisponde al profilo giusto. A 58 anni. lui biellese nato a Biella, se avesse di fronte un progetto valido, stuzzicante, potrebbe decidere di fermarsi in bianconero, far crescere il movimento e puntare decisamente in alto. Non è escluso che già nel post partita di domenica pomeriggio ci sia l’annuncio ufficiale sulla nuovo allenatore de La Biellese.

Intanto domenica allo stadio in tribuna vedremo molti allenatori, quelli più accreditati a sedere sulla panchina per il dopo Roano. Domenica contro l’Aygreville sarà Alessio Opezzo a guidare la squadra.

Stefano Villa-Fulvio Feraboli

Tag:, , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*