La Biellese, le prime parole da bianconero di Maurizio Braghin

“Contento di essere qui. Dobbiamo salire di categoria entro due anni”. Queste le prime parole di Maurizio Braghin da nuovo allenatore de La Biellese.
Al termine della gara vinta contro l’Aygreville è stato presentato in sala stampa Maurizio Braghin, nuovo allenatore della Biellese. Le parole del presidente Vittorio Bellosta: “Ufficializzo l’arrivo di Maurizio Braghin sulla panchina della Biellese. La trattativa è durata un paio d’ore nel mio ufficio qui in sede giovedì scorso. Il mister ha chiesto di metabolizzare l’idea di passare da professionista a quello di allenare una squadra di Eccellenza. La nostra scelta è caduta su un allenatore di esperienza che si occupi di tutta la parte tecnica del nostro progetto. Io credo ancora che gli obiettivi che la società si è posta in estate siano ancora raggiungibili. Penso di aver fatto capire alla città quanto il progetto sia importante quando ho fatto ricadere la mia scelta su Maurizio Braghin”.
Il neo tecnico ha dichiarato: “Torno a Biella dopo quarant’anni visto che nel 1977 mi allenavo quà. Ho deciso questa scelta perchè voglio fare bene nella mia città. Il presidente mi ha parlato e abbiamo un progetto comune che vogliamo realizzare. Nei prossimi due anni dobbiamo fare il salto di categoria, un impegno difficile ma possiamo raggiungerlo lavorando con umiltà. Se vogliamo fare bene dobbiamo darci una svegliata. I presupposti per fare bene ci sono tutti, se non riuscirò a raggiungere il risultato prenderò le mie cose e me ne andrò. Faccio i complimenti a Opezzo e alla squadra per la gara di oggi perchè la situazione non era semplice e si sono comportati bene, anche i giovani sono molto interessanti. Ogni allenatore ha le sue esigenze, io ho le mie, Roano aveva le sue. Ha fatto un buon lavoro, ma nel calcio purtroppo contano solo i risultati . In questo girone ci sono tante squadre buone, ma possiamo ancora dire la nostra visto che ci sono molte compagini racchiuse in pochi punti. Abbiamo due partite ravvicinate dove non cambieremo molto, poi inizierò a lavorare con calma per inserire nuovi concetti da trasmettere alla squadra. Il mercato apre a dicembre, ma parlerò con la società se ci sarà da fare qualche modifica, ma al momento non mi interessa”.
Stefano Villa
Tag:, , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*