LA BIELLESE, DURO SFOGO DI MISTER BRAGHIN: “SIAMO ALLA CANNA DEL GAS”

Meno di un minuto al vetriolo nel quale si scaglia pesantemente contro la società laniera. Pronta replica del vice presidente Riccelli.

Al termine del match vinto in rimonta 2-1 contro il Pavarolo mister Maurizio Braghin non usa mezze parole nella tradizionale conferenza stampa. Nessuna parola sull’incontro ma solo un feroce attacco al club per non aver fornito i raccattapalle. Ecco i 42 secondi di sfogo del mister bianconero. “De La Biellese non frega niente a nessuno. Quando in una partita casalinga c’è solo un raccattapalle, vuol dire che siamo alla canna del gas. Oggi avevamo 17 giocatori a disposizione invece dei normali 18 e questo vuol dire che i ragazzi del 2000 e 2001 hanno trovato solo delle scuse per non venire in panchina, dalla bagna cauda alla cena con amici. Il mio consiglio? Tutti fuori dai coglioni perché così non si va da nessuna parte altrimenti si resta come gli ultimi 10 anni”.

Pronta la replica del vice presidente Lino Riccelli: “Braghin era arrabbiato giustamente perché ha dovuto mettere un suo giocatore a fare i raccattapalle. La società ha delegato il responsabile del settore giovanile Enzo Francisetti per fornire i giocatori nelle partite casalinghe ma tutte le domeniche abbiamo sempre i soliti problemi. Adesso vedremo di sistemare le cose. In settimana cercheremo una situazione. Dobbiamo crescere anche sotto questo punto di vista. Rimango dell’idea che potevamo sistemare le cose dentro le nostre quattro mura bianconere”.

Fulvio Feraboli – Stefano Villa

 

Tag:, , , , , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*