LA BIELLESE, BRAGHIN: “IL MERCATO NON E’ ANCORA CHIUSO”

A pochi giorni dall’inizio della stagione mister Maurizio Braghin fa il punto della situazione sulla stagione che attende La Biellese.

La stagione inizierà ufficialmente nei primi giorni di agosto con la partenza della preparazione, ma La Biellese ha già compiuto un lavoro straordinario in sede di mercato regalando a Maurizio Braghin ben sette nuovi giocatori, l’ultimo in ordine di tempo il portiere classe 2000 Nicolò Vero. Il tecnico dei bianconeri però fa sapere che gli acquisti potrebbero non essere ancora conclusi: “Il mercato non è ancora chiuso e stiamo valutando ancora dei profili da inserire nel gruppo. Per quanto riguarda la campagna acquisti, è indiscutibile che abbiamo cambiato molto, sette giocatori in vari reparti in grado di dare più qualità al nostro gioco. Sono soddisfatto del mercato effettuato fino a questo momento dalla società e ora ci sarà da lavorare. Il gioco della mia squadra dovrà essere totale, sia in fase di possesso che in quella di non possesso. Cercherò di dare alla squadra il maggiore equilibrio possibile”.

La preparazione sarà un momento fondamentale per mettere nel motore la benzina necessaria per disputare una stagione di primo livello: “Il mese di agosto sarà importante per conoscerci meglio e trovare il giusto equilibrio a livello tattico. La scelta dello stadio Pozzo è stata semplice, lo stadio stesso. Un campo stupendo, un manto erboso perfetto, la cornice ideale per prepararci al meglio per la stagione. Se poi consideriamo che a pochi passi c’è la piscina e la possibilità inoltre di variare il lavoro atletico, direi che c’è poco da aggiungere”.

Mister Braghin non vuole parlare di favorite per la vittoria del campionato di Eccellenza: “Sono nel calcio da quarant’anni e non mi piace raccontare storie. Forse solo in serie A possono dire chi vincerà il campionato, qui se la possono giocare tutte le squadre e noi siamo tra quelle. In questi campionati non si può parlare di una favorita a priori, secondo me è sbagliato. Si può dire che sulla carta ci saranno partite più ostiche rispetto ad altre ma da lì a d individuare la favorita ne passa. Noi dobbiamo pensare solo a lavorare bene fin dal primo giorno, rimanere con i piedi per terra e affrontare ogni partita con la cattiveria giusta. L’anno scorso i ragazzi secondo me hanno fatto un grande campionato, sono arrivati ai playoff giocando una delle loro migliori partite anche se purtroppo non abbiamo vinto, ma siamo usciti a testa alta. Sarà il campo a dire se il cambiamento è stato giusto oppure no, noi dobbiamo solo cercare di dare il massimo per questa maglia. A me piace variare i moduli e gli interpreti a gara in corso e quindi ci sarà bisogno di tutti, perché ho venti giocatori e tutti dovranno sempre farsi trovare pronti”.

Si ringrazia l’ufficio stampa de La Biellese per la collaborazione.

Stefano Villa

Tag:, , , ,

Comments are closed.