La Biellese alla prova Baveno con un Pierobon in più nel motore

I bianconeri giocheranno a Valdengo contro il Baveno. Queste le parole di bomber Marco Pierobon.

Match “casalingo” per La Biellese che domenica sul campo di Valdengo (in quanto al Lamarmora-Pozzo si disputerà l’incontro di rugby femminile Italia-Francia) affronterà il Città di Baveno, una delle sorprese di questo avvio di stagione che ha visto i verbani conquistare 23 punti nelle prime dodici giornate che le valgono il terzo posto della classifica.
L’attaccante bianconero Marco Pierobon è tornato in campo domenica scorsa, una mezz’ora finale importante dopo il mese passato in infermeria per un problema muscolare: “Adesso finalmente sto bene. Questa settimana mi sono allenato con la squadra senza sentire dolore, direi che sono al 70/80%”.
Sul Baveno: “È una squadra tosta che finora ha fatto molto bene anche se hanno perso le ultime due gare è quindi arriverano arrabbiati con voglia di rifarsi. Dovremo stare attenti, molto concentrati per non perdere altri punti in classifica”.
Nelle ultime gare la Biellese ha dato l’impressione di puntare a non perdere mai, anche solo centrando il pareggio: “Credo che sia una casualità. Con il Trino abbiamo pareggiato ma eravamo avanti e quasi prendiamo gol al 90′, con la Ro.Ce anche, quindi credo che questa sia solo una casualità”.
Dal punto di vista tattico mister Braghin sta provando nuove soluzioni: “Il mister sta cercando di darci la sua impronta per giocare come vuole lui. Stiamo provando un pó di metodi di gioco per capire qual è la soluzione migliore per le nostre caratteristiche”.
La classifica è ancora aperta e per Pierobon non basterà il girone d’andata per trovare la compagine protagonista: “Secondo me non ci sarà la squadra ‘ammazza-campionato’ come negli ultimi anni è stato solo il Gozzano. Ci saranno 3-4 squadre che lotteranno fino alla fine con una scrematura a febbraio e noi speriamo di esserci”.
Dopo tutto Marco Pierobon sa bene che non basta fare bene nella prima parte come la Juve Domo l’anno scorso per poi conquistare la promozione…

Stefano Villa

Tag:, , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*