“LA BAMBINA E IL CARABINIERE”: RINTRACCIATI GLI OPERATORI DELL’ARMA

Le foto dell’alluvione del 68 hanno ora un’identità.

Dopo Lorella Nofri, la bimba (oggi insegnante di Settimo Vittone) della foto in bianco e nero che ha fatto il giro del web nei giorni scorsi, sono stati rintracciati anche i Carabinieri immortalati in quegli scatti, all’epoca tutti (probabilmente) impegnati nella stazione di Vercelli.

L’angelo del fango che tiene in braccio la bambina era il carabiniere Agostino Bova, classe 1938, originario di Reggio Calabria (deceduto lo scorso anno). Per lui, è stato contattato il figlio, commosso dal ricordo di quei tragici momenti.

Nella stessa immagine, di spalle sulla destra, si vede il Comandante Pietro Vettori, classe 1934, originario di Viterbo, il quale dopo una brillante carriera che lo ha visto impegnato anche nella lotta alle BR, è mancato da qualche anno in un tragico incidente stradale a Chivasso.

Assieme a loro, nelle immagini compaiono anche Giuseppe Cossu, classe 1937, sardo ma tuttora residente a Vercelli (congedato dal servizio nel 1997) e Antonio Praticò, unico biellese, mancato nel 2016.

Tag:, , ,