IL PANATHLON IN TRAFERTA A OROPA PER CONOSCERE GLI SPORT DELLA CONCA

Il cosiddetto senato sportivo laniero per il consueto appuntamento estivo in trasferta, è salito sui monti sopra Biella per incontrare il presidente della Fondazione Funivie di Oropa, Andrea Pollono, e i veterani dello sci della località, Giovanna Ramella Paia ed Ezio Ramella Bagneri, antesignana maestra di sci la prima, fondista, allenatore e poi direttore degli impianti storici di risalita, funivia, cestovia e skilift, il secondo. Pollono ha tracciato lo stato dell’arte dopo la ripartenza dell’impianto che dal lago del Mucrone porta in cima al Camino, dov’è c’è una mappa di orientamento preparata dal Panathlon grazie alla competenza di Nando Manna. «Una vera e propria start-up – ha spiegato l’attuale presidente – che grazie alle modalità di recupero si è fatta conoscere non solo nell’arco alpino ma in tutta Italia. E in molti ci hanno chiesto di “copiare” il format». I due sciatori invece hanno raccontato aneddoti e storie del loro vissuto che non è certo terminato in chiave sportiva. Giovanna Ramella quando può va ancora a sciare con «quegli sci moderni, corti e facili da usare» con chiaro riferimento alle lunghezze di una volta che superavano quasi sempre i due metri, mentre Ezio Ramella va sempre in montagna, trekking, ferrate e quant’altro «perché a chi mi chiede perché ci vado ancora rispondo semplicemente “perché sono là”».

Tag:, , ,

Comments are closed.