IL CAPODANNO A BIELLA BATTE QUELLO TORINESE

Resi noti i numeri ufficiali dalla Questura sull’evento in piazza Cisterna. Soddisfazione nelle parole dei presidenti di Ascom e associazione Inchiostro.

Il successo del Capodanno in piazza Cisterna a Biella, organizzato da Ascom e associazione Inchiostro con il patrocinio del comune di Biella, lo testimoniano anche i dati che nella mattinata sono stati resi noti dalle forze dell’ordine. 3700 è stato il passaggio di ragazzi, giovani, adulti al Piazzo, nella nottata tra il 31 dicembre e 1 gennaio, pronti a festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo. “Ottimo servizio da parte dell’organizzazione -commentano dalla Questura- grazie al filtro all’ingresso. Fermate persone con lattine, vetro e petardi per il normale svolgimento dell’evento”. E infatti all’interno della piazza Cisterna tutto è filato liscio, solo spazio al divertimento senza esagerazioni. Insomma soddisfazione tra i partecipanti ma anche dalla parte organizzatrice, a partire dal presidente di Ascom, Mario Novaretti: “Siamo felici del risultato ottenuto riuscendo nell’intento di riunire in una piazza oltre 3 mila biellesi. Questa è la dimostrazione che se un evento è organizzato bene, Biella risponde presente”. Da un presidente all’altro, Marta Florio dell’associazione Inchiostro, si allinea alle parole di Novaretti precisando un aspetto indicativo che farà piacere a tanti biellesi: “Direi proprio, buona la prima e direi inoltre che il capodanno a Biella ha vinto su quello di Torino organizzato al PalaIsozaki con circa un passaggio di 4300 persone ma con un costo di 300 mila euro. A parte questo che non è assolutamente una polemica ma un dato di fatto, sono contentissima per la risposta dei biellesi. Ci sono tutte le carte per riproporlo, magari migliorando ulteriormente il format”.

Tag:, , , , , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*