I campioni della corsa, i gemelli De Matteis a Pettinengo

In esclusiva per i lettori di Biella Cronaca l’intervista (realizzata da TRS Radio) con Bernard De Matteis, recordman scalata Monviso. Campioni di umiltà presenti domenica al Giro Podistico di Pettinengo.

Trentuno anni è durato il record di scalata al Monviso, di Dario Viale che, nel 1986, aveva messo il limite di 1 ora 48 minuti e 54 secondi. Lo scorso 8 settembre Bernard de Mattei l’ha battuto con un tempo favoloso, inferiore di oltre otto minuti, fissando l’asticella a 1 ora 40 minuti e 47 secondi. Il fratello gemello Martin è invece arrivato solo cinque secondi dopo il record di Viale. Perché vi raccontiamo questo, ma perché i gemelli cuneesi saranno i protagonisti a Pettinengo, insieme a tanti altri, di una kermesse che nel corso degli anni ha portato nel biellese celebrità e campioni affermati e che hanno dato alla corsa. I gemelli di Rore, Sampeyre, sono una vera e propria celebrità nella Granda e praticano una disciplina, quella della corsa in montagna molto interessante, oltre che di grande impatto visivo. Nei video loro promozionali si vede proprio la leggerezza con cui corrono in montagna, velocità e tecnica sopraffina due “stambecchi” verrebbe da dire. Le prime parole di Bernard, dopol’impresa, le ha raccolte la giornalista di TRS Radio, Simona Solavaggione che le ha girate alla nostra testata e sono forse il miglior biglietto da visita per la loro presenza a Biella

“ero emozionato alla partenza e lo sono ancora di più all’arrivo, non era facile, l’avremmo voluta già realizzare lo scorso anno, ma il tempo non lo ha consentito. In più dopo il mondiale di quest’anno abbiamo deciso di provarci con tutte le nostre forze. La preparazione è stata lunga e meticolosa e dobbiamo ringraziare tutti coloro che hanno concorso alla realizzazione di questo sogno. Io e mio fratello siamo una cosa sola. Quando sono arrivato in cima mi sono chinato a ho cominciato a piangere un pianto liberatorio, se vogliamo, e poi ho abbracciato la mia famiglia. La cosa che mi ha fatto più piacere è stato vedere il campione, Dario Viale, che l’aveva realizzata 31 anni fa essere all’arrivo a incitarci- Dario Viale è stato un grande e lo ha dimostrato anche con questo gesto.

Un messaggio ai tifosi e alla gente? non importa quanto grande o piccolo possa essere il vostro sogno l’importante è riuscire a portarli a compimento perché poi è bellissimo”

Parole di un atleta ma prima di tutto di un uomo che apprezzeremo anche sulle nostre strade

 

B.R.

 

Tag:,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*