GOMMA PLASTICA, FIRMATO L’ACCORDO A ROMA SUL CONTRATTO NAZIONALE

Dieci le aziende biellesi per 400 lavoratori interessati al contratto nazionale. Un trattativa durata dieci mesi e costata 24 ore di sciopero.

Siglato l’accordo sul Ccnl del settore Gomma Plastica e con lui è stato superato il contenzioso degli scostamenti inflativi. La prima tranche parte a maggio 2018 pari a 21 euro e sono stati confermati i 76 euro sui minimi del contratto. Sono una decina le aziende nel Biellese che coinvolgono 400 lavoratori. “Siamo soddisfatti del risultato ottenuto -commenta Alessandra Ranghetti segretario Uiltec Biella e Vercelli-. Un grazie a tutte le lavoratrici e lavoratori che hanno compreso e sostenuto questo lungo e duro confronto”. Dopo 10 mesi di trattative, 24 ore di sciopero, un’assemblea e una manifestazione nazionale a Milano è stata raggiunta nella giornata di ieri, a Roma, un’intesa tra le organizzazioni sindacali Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil unitamente alla delegazione trattante e i rappresentanti della federazione Gomma Plastica sul contenzioso aperto sulla verifica degli scostamenti inflativi. Nell’accordo sono state rimodulate le nuove tranche (21 euro a maggio 2018 e 14 euro a gennaio 2019. Contemporaneamente è stata prolungata di 6 mesi la vigenza del contratto nazionale di lavoro che scadrà a giugno 2019. Di fatto sono stati garantiti 76 euro di aumento nei minimi salariali come era stato previsto in sede di rinnovo a dicembre 2015. “Per questo accordo -commentano i segretari generali dei sindacati Emilio Miceli, Nora Garofolo e Paolo Pirani- ringraziamo i tanti lavoratori. Questa intesa è stata possibile grazie anche al contributo dato dall’accordo sulla contrattazione, siglato il 9 marzo scorso da Cgil, Cisl, Uil e Confindustria che ha confermato l’autorevolezza e i ruoli delle parti sindacali e datoriali nella definizione dei ccnl ribadendo la centralità delle relazioni sindacali”.

Tag:, , , , , , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*