FRATELLI D’ITALIA CON UNA MOZIONE PRESENTATA AI SINDACI BIELLESI CHIEDE LA TUTELA DELLA SANITA’ BIELLESE

In seguito alla conferenza stampa tenutasi lunedì 11 marzo presso il municipio di Ponderano, Fratelli d’Italia Biella ha deciso di dare risalto all’appello congiunto del Sindaco di Ponderano Elena Chiorino e dell’Ordine dei Medici di Biella. E’ stato quindi chiesto ai consiglieri comunali di FDI di presentare una mozione in cui si richiede ai sindaci dei Comuni della Provincia di Biella di firmare il documento redatto dal Sindaco Elena Chiorino e dall’Ordine dei Medici di Biella e in cui si espongono le criticità che gravano sulla sanità biellese: dalla penuria sempre crescente di medici di medicina generale e specialisti, alla minaccia che il Laboratorio Analisi di Biella venga ridimensionato e trasferito a Novara, con un conseguente spreco di macchinari e dell’investimento complessivo di 11 milioni di euro stanziato nel 2014 per la realizzazione del laboratorio. La mozione presentata da Fratelli d’Italia Biella è volta a coordinare gli sforzi dei sindaci della Provincia affinché i comuni del Biellese facciano sentire la propria voce per chiedere all’Assessore alla Sanità della Regione Piemonte Antonio Saitta e alla direzione generale di Asl Biella di intervenire con forza per rimediare alla grave situazione in cui verte il nostro Sistema Sanitario. Fratelli d’Italia chiede inoltre ai sindaci di appoggiare la candidatura di Biella come Hub di riferimento per il quadrante Piemonte Nord-Est, opponendosi con forza a quanto esposto dall’Assessore Saitta che, attraverso la DGR sulla riorganizzazione della rete dei laboratori analisi, ha individuato l’azienda ospedaliera di Novara come sede principale del quadrante del Piemonte Nord-Est. Una soluzione scriteriata considerato il fatto che Novara dovrebbe investire milioni di euro per la realizzazione di un laboratorio analisi di cui non è dotata, mentre Biella, a sue spese, dovrebbe smantellare il suo e cedere quindi due milioni di esami a Novara.

Tag:, , ,