FINO A DOMENICA SERA A TORINO E’ TEMPO DI ARTISSIMA

Fino al 5 novembre all’Oval di Torino è aperta ARTISSIMA, la  fiera dell’arte contemporanea di Torino giunta alla sua ventiquattresima edizione per la prima volta sotto la guida di Ilaria Bonacossa.

La rassegna presenta quest’anno 206 gallerie ed ambisce sempre più a diventare un “hub” internazionale per il mondo dell’arte contemporanea. Per l’edizione 2017, Artissima immagina un nuovo programma di incontri con un nuovo spazio ispirato al Piper di Torino in cui raccontare l’arte contemporanea.  La fiera opera, in sinergia con i musei cittadini e in particolare con il Castello di Rivoli, Fondazione Torino Musei, GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Camera – Centro Italiano per la Fotografia, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Fondazione Merz, Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli, Collezione la Gaia, il Museo Ettore Fico, il PAV e le nuove OGR Torino.

Un artista su tutti Sergio Lombardo  portato  dalla galleria romana “1/9 unosunove” con alcune opere appartenenti agli anni ottanta della serie pittura stocastica le opere sono presenti nella sezione “back to the future” sezione speciale dedicata alla riscoperta, attraverso mostre personali, di pionieri dell’arte contemporanea attivi negli anni ’80.

“La pittura stocastica crea forme imprevedibili, senza significato, estremamente complesse, incompatibili con la percezione umana (che non è passivamente fotografica, ma attivamente ricercatrice di significati), tanto che siamo costretti ad attribuire a quelle forme senza senso significati fantastici per somiglianza o per analogia. Si tratta di un processo evocativo instabile, evidentemente legato alla natura individuale e mutevolissima dei vissuti profondi del percettore umano.”

Diverse opere dell’artista tra le quali la SCATOLA NERA CON 30 ASTE COLORATE (serie “SUPERCOMPONIBILI 1965/1968) sono state già acquistate dalla GAM. In occasione della preview abbiamo visto Carolyn Christov-Bakargiev, la direttrice, interessarsi nuovamente alle opere dell’artista, chissà che non entrino nella collezione permanente anche quelle presentate ad Artissima!

Dal nostro inviato Andrea Jacopo Fava

Tag:, , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*