FINAL 8 DI BASKET LOCATION DA RIVEDERE. 30 BIELLESI A JESI

Dal nostro inviato Giacomo Moscarola

Che la trasferta marchigiana per le final8 di Coppa Italia non sarebbe stata una passeggiata si era capito sin dal viaggio di andata: 8 ore di viaggio tra neve, ghiaccio e autostrade chiuse. A parte le note vicende sportive, è degno di rilievo lo scarso contorno e la minima cornice di pubblico al seguito della manifestazione (solo in parte scusata dal mal tempo). Troppa era la distanza per le squadre piemontesi, per Udine e per Trapani per immaginarsi un folto pubblico al seguito soprattutto in giorni feriali. Vedere un palazzetto riempito al 20% non rende giustizia all’impegno profuso dalle società e dagli organizzatori dell’evento: forse qualche miglioria nella gestione della location o una revisione del regolamento, potrebbe essere utile. Stoici i trenta tifosi biellesi che hanno sfidato le intemperie per essere presenti ed incitare senza sosta la squadra che ha combattuto per due quarti contro Tortona per poi soccombere a causa della precisione al tiro degli avversari e per le rotazioni accorciate dall’assenza di Chiarastella

Tag:, ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*