EDOARDO ALBERTI E ENRICO CROTTI PREMIATI A ROMA PER IL LORO VIDEO

Un filmato prodotto tratta la follia della guerra ed è stato presentato in occasione della “Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo”.

Due studenti dell’IIS “Q. Sella” premiati a Roma per un video sulla follia della guerra. Edoardo Alberti e Enrico Crotti, alunni della V F del Liceo Scientifico delle Scienze Applicate dell’IIS “Q. Sella”, accomunati dalla passione per il cinema e coordinati dalla docente Alessandra Garella, hanno prodotto un filmato volto a evidenziare il contrasto tra la gioia e la bellezza della vita, intesa come “capolavoro” nella sua naturale semplicità e la “follia” della guerra.

Il video, ispirato alla cinematografia moderna di registi visivi ed estetici come Terrence Malick, è stato premiato a Roma in un incontro toccante a cui hanno partecipato non solo studenti da tutta Italia ma anche operatori nell’ambito delle relazioni internazionali e degli interventi umanitari e superstiti di conflitti recenti o tuttora in corso.

Il 1° febbraio di ogni anno, si celebra la “Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo”, istituita in Italia nel 2017, al fine di conservare la memoria delle vittime civili di tutte le guerre e di tutti i conflitti nel mondo, nonché di promuovere la cultura della pace e del ripudio della guerra.
L’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra Onlus (ANVCG) – l’Ente Morale preposto per legge da oltre 70 anni alla rappresentanza e tutela delle vittime civili di guerra in Italia – e il MIUR hanno istituito un concorso dal titolo “La vita è un capolavoro, la guerra un folle salto nel buio”, rivolto alle studentesse e agli studenti delle scuole superiori italiane. L’iniziativa mira a far riflettere sulle conseguenze che le guerre del passato – in particolare la Prima e la Seconda guerra mondiale – e quelle attualmente in corso provocano alle popolazioni costrette a subire invalidità e mutilazioni e spesso a lasciare i propri luoghi nel tentativo di salvarsi la vita.

Il video è all’indirizzo http://www.itis.biella.it/grav-itis/?p=2549

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*