EDILNOL BRC SOTTO BREAK CEDE AL CUS MILANO

Solo un punto per la classifica gialloverde. Orsi ora al terzo posto.

Due punti: meno di una meta, meno di un calcio piazzato, due soli punti oggi al Giuriati di Milano, hanno fatto la differenza ed incoronato gli universitari di casa vincitori del match. Tanta la delusione del XV gialloverde che per così poco perde, oltre al match, il primato in classifica e si trova rimbalzato al terzo posto della graduatoria. I biellesi hanno storicamente patito le pause del campionato e anche in questa occasione hanno dimostrato particolare fatica a ritrovare le necessaria condizione mentale per rientrare con la giusta attitudine sul terreno di gioco. Difficili i primi quaranta minuti quando l’Edilnol deve fare i conti con un campo che favorisce le naturali doti di velocità di una squadra avversaria di valore e determinata a rivalersi di un inizio di campionato non esattamente brillante.

Cus Milano macina gioco e vince in possesso. Biella arranca e tiene il gioco troppo ‘al largo’. Al 34’ i primi tre punti ottenuti dai padroni di casa da una punizione in attacco calciata tra i pali. Subito dopo, il Biella Rugby perde il pilone Dario Zamolo, costretto ad uscire per una distorsione al ginocchio.

Provvidenziale l’intervallo che consente a coach Douglas di avvicinare i suoi ragazzi al fine di comunicare loro alcune dritte tecniche che consentiranno nella ripresa a Pellanda e compagni di imbastire un gioco più efficace. I risultati arrivano dopo poco: al 5’ Dany Grosso segna la meta, Dever manca la trasformazione, ma Biella si porta in vantaggio. La differenza si fa più consistente al 12’, quando Corrado Musso è chiamato a calciare una punizione che determina il 3-8. Milano reagisce e va in meta con l’estremo quattro minuti più tardi. Preciso al piede, Jannelli trasforma. La contesa continua. Le due compagini si sfidano duramente. Nell’uno contro uno hanno la meglio i lombardi, ma gli aventi avversari prevalgono nelle contese. A sei minuti dal termine Corrado Musso decide di andare per i pali a seguito di una punizione in favore e realizza altri tre punti. Biella conduce 11-10. Cus Milano dimostra grande determinazione e sferra l’attacco finale. La difesa biellese serra i ranghi, ma commette un errore banale, ma determinante in questa fase. L’arbitro fischia un fuorigioco a Biella. Milano sceglie i pali e a due minuti dallo scadere effettua il sorpasso finale.

Andrew Douglas non cerca scuse: “Sono deluso: abbiamo fatto davvero troppi errori. Non abbiamo dimostrato abbastanza organizzazione e pazienza nei momenti chiave e Milano ha attaccato bene mentre noi non siamo riusciti a reagire nel modo giusto. Abbiamo avuto l’occasione di chiudere la partita vincendo, ma non siamo riusciti a farlo. Abbiamo giocato troppo al largo e in difesa abbiamo sbagliato troppi placcaggi. La prestazione peggiore dell’anno. Dobbiamo pensare a ricominciare. Rivedremo questa partita e impareremo dagli errori commessi cercando di mettere insieme le cose giuste da fare con Piacenza la prossima settimana. Sono convinto che possiamo imparare molto da questa partita. Non abbiamo giocato bene, ma abbiamo perso di soli due punti ed è stato bello rivedere Vaglio in campo, sono le due cose migliori della giornata. Non salvo nessuno, è stata la sconfitta di tutta la squadra”.

Il presidente Brc Vittorio Musso: “Il problema principale oggi è stato che invece di giocare in avanzamento come siamo abituati, abbiamo giocato ai lati. La difesa poi non ha funzionato e l’incontro è finito con un fallo contro rimediato proprio nei nostri ventidue davanti ai pali. Ci sono tante piccole correzioni che dobbiamo fare, soprattutto se si vuole vincere considerato che le uniche due partite giocate finora con squadre forti, le abbiamo perse entrambe all’ultimo minuto per pochi punti. Cus Milano è un’ottima squadra, però noi oggi nel primo tempo potevamo fare qualcosa di più. Non abbiamo giocato come sappiamo. Probabilmente il solito atteggiamento mentale che sopravviene quando con alcuni avversari sentiamo la pressione più forte. Non è una partita che abbiamo perso perché eravamo i più deboli in campo”.

Cus Milano vs Edilnol Biella Rugby 13-11 (3-0)

Marcatori: p.t. 34’ c.p. Jannelli (3-0). s.t. 5’ m. Grosso n.t. (3-5); 12’ c.p. Musso (3-8); 16’ m. Dunde tr. Jannelli (10-8); 35’ c.p. Musso (10-11); 38’ c.p. Jannelli (13-11).

Cus Milano: Dunde; E. Cederna, Jannelli, Lagoussis, L. Cederna; Ghelli, Marini; Guizzetti, Crisci, Boggioni; Scalvi, McAllister; Givani, Beretta (cap.), Galimberti. A disp.: Minicuci, D’Urbino, Barioglio, Arbitrio, Compiani, Miele, Vicinanza. All. Alessandro Pinna.

Edilnol Biella Rugby: C. Musso; Caiazzo (30’ st Cerruti), Ongarello, Laperuta (21’ st Galfione), Braga; Grosso, Dever; Pellanda (cap.), Guelpa (21’ st Barbera), Panaro; Chtaibi, Bertone; Zamolo (35’ Vaglio Moien), Romeo (5’ st Gatto), Panigoni. A disp.: Eftimie, Ghitalla. All. Andrew Douglas

Arbitro: sig. Lorenzo Imbriaco (Bo).

Serie B girone 1 – Serie B girone 1 – 7a giornata: Piacenza – Amatori Alghero 39-49; Amatori Capoterra – Lumezzane 15-0; Cus Milano – Edilnol Biella Rugby 13-11; Sondrio – Lecco 20-15; Bergamo – Amatori & Union Milano 8-18; Novara – Monferrato 6-38.

Classifica: Monferrato punti 30; Amatori Alghero 29; Edilnol Biella Rugby 27;  Cus Milano 23; Piacenza 18; Lumezzane, Amatori Capoterra e Sondrio 16; Amatori & Union Milano 13; Lecco e Amatori Novara 10; Bergamo 1.

Tag:, ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*