CRISI SICOR TEVA, LA MEDIAZIONE CONTINUA

Aggiornamento situazione Sicor Teva.

Si avvicina sempre più l’ora delle decisioni. L’azienda ha proposto una riduzione del taglio ma per i sindacati non è la soluzione giusta. Pochi giorni fa l’incontro avvenuto in Assolombardia. Al momento le parti restano distanti, anche se al confronto di venerdì 13, al tavolo nazionale costituito per risolvere la crisi, si è aperto un segnale di disponibilità. “Secondo noi (FilctemCgil, FemcaCisl, e UiltecUil) è ancora poco -commenta il segretario organizzativo Uiltec, Luciano Rimoli-. L’azienda infatti ha proposto di ridurre il numero dei licenziamenti collettivi, mediante ricollocamenti interni. In questo modo non diminuirebbe gli esuberi ma porterebbe ad innestarsi un quadro più ampio di riduzione del personale, che fra prepensionamenti ed altre cessazioni farebbe diminuire l’impatto sociale”. Si continua ancora a trattare con l’azienda per cercare una soluzione che possa salvaguardare più posti di lavoro possibili. “Sono previsti altri incontri futuri” ha concluso Rimoli.

Tag:, , , , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*