CORDAR BIELLA, OTTIMI RISULTATI IN TERMINI DI EFFICIENZA

Riceviamo e pubblichiamo:

Molti utenti non sanno che nella bolletta del servizio idrico integrato è ricompresa anche una quota che si aggira oggi al 10%, per le spese energetiche per poter gestire il sistema di rilancio e sollevamento dell’acqua e della fognatura nonché per il funzionamento dei depuratori quindi oggi efficientare nel sistema energetico vuol dire sgravare i costi a favore di investimenti e tariffe.

Sono di questi giorni le analisi svolte dall’ATO2, l’Autority che si occupa del servizio idrico per la Provincia di Vercelli, Biella e tutto il Casalese, su un’interessante iniziativa di studio ed analisi per la caratterizzazione energetica degli scenari di consumo di ATO. Il Presidente di ATO2 Diego Presa, Vicesindaco del Comune di Biella, riporta la presentazione di alcuni dati significativi per il percorso di efficientamento energetico degli impianti, condotto in collaborazione con il Politecnico di Torino. Un dato su tutti fa scattare l’attenzione sull’argomento: il consumo energetico rappresenta un costo che incide in modo rilevante sulle bollette dell’acqua; nel 2014 la sua incidenza è stata del 14%, scesa però al 12% nel 2015 con un risparmio di quasi 900.000 Euro, riducendosi in modo significativo nel 2017 per quasi 800.000 euro attestandosi a circa il 10% l’incidenza sui costi generali. Quindi al netto delle altre voci di spesa il risparmio ottenuto si è riflesso positivamente sulle economie dei gestori a tutto vantaggio delle tariffe.

Grazie alle azioni promosse da ATO2 e con l’impegno dei gestori, nel corso del 2017 si sono ottenuti ottimi risultati, con un decremento della spesa energetica che ha lasciato maggiori margini agli investimenti. Un’analisi molto interessante a questo riguardo si analizza sul gestore Cordar Biella che rispetto al 2014 dove la spesa energetica si attestava a quasi 2 milioni passando nel 2017 a meno di 1,5 milioni di euro con un’incidenza sui costi generali dell’8% molto inferiore rispetto alla media d’ambito.

Cordar Biella fa registrare peraltro la migliore performance in termini di volume fatturato di acquedotto, fognatura e depurazione con un incremento in tutti i rami del servizio che legata al decremento del costo dell’energia elettrica ottiene ottimi risultati in termini di efficienza.

Nel 2017 le analisi sul consumo energetico sono proseguite sugli impianti e sui processi di lavorazione dell’acqua, dalla captazione alla depurazione. Si sono così aperti nuovi spiragli per l’efficientamento che preludono ad ulteriori riduzioni dei costi di gestione a tutto vantaggio della tariffa o dei futuri investimenti.

Il successo di tale operazione è da attribuire al metodo costruito su indici dal Politecnico di Torino in particolare dal Prof. Stefano Corgnati, Vice Rettore e Professore Ordinario di Fisica Tecnica, che è riuscito a coniugare la visione tecnica con l’esigenza della vison politica. Lo stesso al riguardo commenta: “ATO2 ha avviato in questi anni un percorso finalizzato alla acquisizione e analisi di dati energetico-economici al fine di elaborare indicatori quantitativi che forniscano un supporto delle decisioni strategiche e operative dell’ente. Il percorso è stato pienamente razionale: prima è stata prodotta una fotografia del livello di prestazione energetica degli impianti, poi sono stati indicati scenari e percorsi di efficientamento. I significativi risultati raggiunti dimostrano come un approccio scientifico a supporto del decision making sia strumento essenziale per indirizzare in modo corretto la scelta delle soluzioni.”

La collaborazione scientifica di questi ultimi anni ha permesso che l’Ato2 fosse riconosciuta dal Politecnico come partner strategico di cooperazione al fine di favorire una crescita delle attività istituzionali di propria competenza ed al contempo favorire l’ottimizzazione delle risorse impegnandosi a consolidare un rapporto di collaborazione istituzione con iniziative riguardanti programmi di ricerca, didattica e formazione nel campo dell’efficienza energetica e non solo. Infatti entro fine anno sarà siglato l’accordo quadro di cooperazione strategica fra il Politecnico di Torino e questa Autorità, con la finalità di definire l’attività di ricerca orientata al “science based decision making” cioè alla caratterizzazione degli indicatori energetici ed economici alla base della definizione di azioni di efficientamento energetico del parco impiantistico di ATO2. Con lo sviluppo di progetti mirati alla implementazione di tecnologie e processi innovativi per l’efficientamento energetico di impianti individuati a priorità massima di riqualificazione energetica nel nostro ambito si realizzerebbero notevoli miglioramenti in termini economici e di performance aziendali.

L’ ATO2 finanziando queste attività ad alto valore di ricerca si pone quale imprescindibile obiettivo quello di sollecitare i diversi gestori a definire in modo sinergico piani di investimento il cui fine non sia la risoluzione specifica di problemi contingenti, ma l’efficientamento energetico di lungo periodo e di ampio respiro. Questo nel medio periodo non potrà che incentivare gli investimenti e ridurre la tariffa.

Tag:, ,

Comments are closed.