#CALCIODEICAMPIONI: CON MALDINI, BETTEGA E TOMMASI SI ALZA IL SIPARIO DELLA MOSTRA

Serata d’apertura della mostra ideata da Alessandro Alciato e Gabriele Pinna dedicata a Vittorio Pozzo a 50 anni dalla sua scomparsa.

Un bagno di folla. E’ iniziato così l’evento #calciodeicampioni. La sala di Palazzo Gromo Losa al Piazzo di Biella era stracolma. Autorità, tifosi, giornalisti, fotografi, operatori televisivi, gente comune, bambini, tanti bambini pronti a farsi un click con il suo campione, sorridenti per essere riuscito nell’impresa. Non è stato facile organizzare un evento simile. Lo immaginiamo anzi, non riusciamo neanche a pensarci. Il primo ad arrivare, come faceva agli allenamenti, è stato l’ex attaccante della Juventus Roberto Bettega. Manca ancora una buona mezzora ma l’ex numero 11 bianconero entra nella sala e si concede subito a qualche autografo e fotografia. Poco dopo arriva anche il milanista Paolo Maldini. Gli ospiti di stasera per la “prima” dell’evento sono loro insieme a Damiano Tommasi, ex Roma e candidato alla presidenza delle federazione. Lui arrivare un’ora più tardi per impegni Uefa. Puntuali si parte con la presentazione. E noi la proponiamo in modo semplice, con le parole degli intervenuti, come semplice era Vittorio Pozzo, un giornalista che si dilettava a fare il commissario tecnico riuscendoci anche benino. In fondo la mostra un pochino sua la è. Le storie delle leggende del passato, le testimonianze dei campioni di oggi. Fotografie, trofei e maglie da gioco delle squadre e dei giocatori più vincenti di sempre. Percorsi didattici nelle scuole, eventi sul territorio. Ecco cos’è #calciodeicampioni. Bambini, fair play, ricordi e Vittorio Pozzo, il ct azzurro più vincente di sempre. Da visitare assolutamente a partire dal 26 gennaio. Ma cediamo ora la parola a chi ha organizzato l’evento e agli ospiti della serata.

Alessandro Alciato, giornalista SkySport e organizzatore
“L’idea è nata per i bambini di Biella che potessero vedere il calcio che conta da vicino. Sono poi arrivate altre idee tra cui portare una formazione Under 18 e celebrare una figura spesso dimenticata come Vittorio Pozzo”.

Gabriele Pinna, giornalista Eco di Biella e organizzatore
“Ringrazio l’enorme squadra che ha collaborato a questo progetto. Speriamo che i ragazzi che visiteranno la mostra possano capire chi è stato Vittorio Pozzo, per me il vero innovatore del calcio italiano, e possano imparare la regole alimentari per una vita sana. Spero che il nostro sforzo porti risultati”.

Marco Cavicchioli, sindaco di Biella 
“Ringrazio Alciato che è stato l’anima di questa iniziativa. Abbiamo l’orgoglio di avere due campioni del passato come Bettega e Maldini e questo è di buon auspicio per la mostra. Inoltre sarà un onore avere in città le formazioni Under 18 di Italia e Olanda, sperando di vedere qualche campione del domani in campo”.

Paolo Maldini, il campione
“Il Fair play è educazione e se si inizia a impararlo dall’ambiente familiare è molto semplice. Alla lunga essere corretto paga sempre. Mio papà non ha mai interferito nel mio percorso nel settore giovanile e io sto facendo lo stesso con i miei figli”.

Roberto Bettega, il campione
“Sono legato a Biella perché il nostro padre spirituale alla Juve era don Monti che padre spirituale al Cottolengo. Vittorio Pozzo è stato un precursore nel nostro sport, io ho lavorato con un allenatore simile, Enzo Bearzot. Queste sono figure da cui possiamo solo imparare”.

Si parte così con campioni del calibro di Paolo Maldini e Roberto Bettega, inizia l’avventura biellese, il ricordo di Vittorio Pozzo, l’insegnamento a bambini e ragazzi perché dalle immagini e parole della mostra si può solo imparare educazione e fair play. Due concetti da campioni.

Tag:, , , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*