BOXE CINTURE PIEMONTESI A VIVERONE: VINCE ASIA VIALARDI CON ONORE LAMAGNA, PINNA E BALLIU -FOTO-

Soddisfazione in casa Boxing club Biella per l’organizzazione del prestigioso evento e dei risultati ottenuti dai suoi atleti. Viverone si è dimostrata una location da grande boxe.

Sabato e domenica 5 e 6 maggio a Viverone la Boxing club Biella ha ospitato il Torneo delle Cinture Piemontesi Elite dove i migliori pugili della regione si sono sfidati per ottenere la prima Cintura di categoria a livello regionale. Sabato 5 si sono svolte le semifinali con due pugili biellesi, Alberto Pinna cat. 56 kg arrivato in poco meno di tre anni a 40 match alternando ottime prestazioni ad altre meno entusiasmanti ma sempre con la determinazione e la volontà che un combattente può e deve avere. Alberto ha quindi affrontato il più quotato in categoria, Simone Cuomo con all’attivo 29 match, 23 dei quali vinti, e con 7 anni di esperienza sul ring è riuscito a sfuggire ai colpi potenti del laniero che dopo due riprese di pari livello ha abbandonato la testa ed ha cercato il colpo risolutivo facendo così il gioco del bravo torinese e perdendo nettamente l’ultima ripresa. Il verdetto a questo punto è andato dalla parte degli ospiti e Simone all’età di 26 anni è il nuovo detentore della cintura Piemontese. Nella stessa serata, un altro atleta o meglio una nuova arrivata, Asia Vialardi, è riuscita ad imporsi sulla pari peso ed età, Alessia Garofalo anch’essa di Torino. Le due atlete si erano già affrontate ad ottobre scorso ed il verdetto era stato di parità. A sette mesi di distanza, grazie all’impegno dei tecnici e alla grande determinazione di Asia, il risultato è stato di piena vittoria, tutto ciò con grande soddisfazione da parte della piccola lottatrice e del gruppo dei suoi maestri. Domenica, alla presenza del presidente del comitato Giani DiLeo, sul quadrato è salito un altro biellese, Brian Balliu 19 anni, poca esperienza in categoria Elite ma molta convinzione. Il miglioramento si è potuto apprezzare già nella prima ripresa dove Brian opposto al campione uscente, Alessandro Gherra cat. 52 kg, è riuscito a vanificare gli attacchi dello stesso e a renderli poco incisivi facendo delle schivate e dei passaggi sui lati il leitmotiv dell’intero incontro. La pecca del giovane ragazzo è stata quella di non essere incisivo e di colpire l’avversario in arretramento così da non dare la sensazione ai giudici di un lavoro efficace ma solo di rimessa. Il verdetto ha premiato quindi Gherra anche se la società Biellese è rimasta piacevolmente impressionata dalla qualità del pugile e dei miglioramenti ottenuti. Ultima a scendere in campo per questa kermesse tutta biellese è stata Giulia Lamagna, atleta di livello Nazionale che questa volta ha incrociato i guanti con una 27 enne con alle spalle circa 80 match, ad oggi l’atleta più forte del panorama Nazionale: vittoria ai Campionati, al Guanto d’oro ed agli  Universitari. Arianna Delaurenti cat. 54 kg. ha caratteristiche differenti da Giulia ma una grande qualità e tecnica che l’hanno aiutata nella terza ripresa quando la giovane biellese ha pensato di cercare il colpo risolutivo. E’ prevalsa la superiorità tecnica ed intelligenza sul ring della Campionessa rivarolese che ha potuto vincere la cintura di categoria 54 kg e festeggiare con il maestro la vittoria. Soddisfatti i membri della società Biellese per la risposta di pubblico e per come il presidente del comitato e tutti i partecipanti abbaino apprezzato l’organizzazione e la location.

Tag:, , , ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*