BIELLA SARA’ GENTILE ?

Un risultato particolare quello che ha segnato le elezioni amministrative a Biella, da sempre connotate come prova politica in realtà sfuggono ai canoni della politica nazionale. E così con estrema sorpresa si registra la vittoria personale di Dino Gentile, già sindaco nel quinquennio 2009 – 2014, che con una campagna diversa alternativa fuori dagli schemi ha imposto un’agenda diversa e un diverso approccio, prendendosi di autorità il secondo posto che lo porta al ballottaggio contro Corradino. Gli apparati di partito sia a destra che a sinistra sono stati così scalzati da quello che ipotizzavano come risultato certo: o vittoria di Corradino al primo turno, oppure ballottaggio Corradino Cavicchioli. Quello che emerge è la bocciatura da parte dell’elettorato di centro sinistra nei confronti del Sindaco uscente, forse considerato troppo amministrativo e meno politico anche dal suo stesso elettorato e che ha pagato duramente anche le ultime polemiche, Atap, funicolare e reload. E adesso? saranno quindici giorni in cui Gentile cercherà di recuperare voti alla sua proposta e di scalzare Corradino dallo scranno di Palazzo Oropa. Una partita ancora tutta da giocare e in cui si registrano i primi endorsement come Barazzotto e Susta che invitano chiaramente i propri sostenitori a puntare su Gentile e la replica piccata degli esponenti di centro destra come Delmastro che gridano all’inciucio. Come finirà ? alla sera del 9 giugno lo sapremo ma quello che possiamo immaginare è che sarà una lotta all’ultimo voto e in cui i due contendenti battaglieranno fino alla fine.

Tag:, , ,

Comments are closed.