AUTISTI ATAP AGGREDITI, CAPUTO: “VOGLIAMO UNA POSIZIONE UFFICIALE DEL PRESIDENTE CHIOLA”

Un alto caso di aggressione nei confronti di un autista di Atap. A denunciare il fatto Mauro Caputo.

E’ giunta una lettera in redazione che noi proponiamo integralmente. “Ci sarebbe piaciuto Signor Presidente Chiola che dopo i proclami di giubilo verso un accordo integrativo firmato (non da noi) e l’innovativo welfare aziendale, prendesse ufficialmente una posizione di vicinanza e di solidarietà nei confronti dei suoi autisti e di sdegno verso i sempre più frequenti episodi di aggressione da parte dell’utenza nei confronti degli operatori di esercizio. Infatti non più di due settimane fa ancora una volta un conducente di linea, sulla linea urbana 1 di Vercelli è stato aggredito da una utente dalla quale ha ricevuto un forte pugno sulla spalla per il solo fatto di averla invitata ad osservare una disposizione aziendale ovvero di viaggiare chiudendo il passeggino. Più volte anche questa Organizzazione Sindacale ha chiesto alla Direzione Generale e alla presidenza di prendere provvedimenti utili a garantire maggiore sicurezza a chi svolge il servizio. Il conducente resta sempre solo ad affrontare in pochi attimi svariate situazioni e a far rispettare all’utenza tutte quelle direttive che l’azienda appone per garantire un viaggio il più possibile confortevole e in tutta sicurezza. L’azienda dal canto suo continua a emanare disposizioni senza tutelare chi queste disposizioni deve fare rispettare. Pochi verificatori, spesso lasciati soli, autisti già gravati da turni al limite del praticabile, costantemente sotto pressione e pericolosamente abbandonati a loro stessi, su mezzi che, in questo periodo di particolare caldo sono spesso dotati di aria condizionata mal funzionante. Cosa aspetta questa Presidenza e questa Direzione Generale a dare importanza al benessere e alla sicurezza del proprio personale? A nostro modesto avviso non sono certo un nuovo integrativo, che noi abbiamo giudicato inadeguato, e un welfare aziendale, che possono mettere in secondo piano una problematica sempre più frequente e preoccupante per i dipendenti. Invitiamo fin da subito la Presidenza e la Direzione a Generale di Atap spa ad aprire un tavolo utile alla soluzione del problema”.

Firmata: FAISA CISAL PIEMONTE IL SEGRETARIO PER LE PROVINCIE DI BIELLA E VERCELLI

Mauro CAPUTO

Tag:, ,