ARRESTO PER STALKING, HA CONTINUATO A PERSEGUITARE LA VICINA NONOSTANTE IL DIVIETO IMPOSTO

Il fermo è avvenuto il pomeriggio del 3 luglio a Biella.
Una serie di continui appostamenti, vere persecuzioni e una lunga fila di provvedimenti non sono bastati a fermare M.B. di 59 anni residente a Biella. L’uomo dopo l’ennesimo caso è stato arrestato alle 15 del 3 luglio dagli agenti della squadra volante. Ora è in attesa dell’udiemza di convalida d’arresto davanti al giudice fissato per la giornata di domani. Era da aprile scorso che la 49enne anch’essa di Biella e vicina di casa di M.B. aveva denunciato le prime persecuzioni. Il 13 aprile era stato emessa la misura cautelare di divieto di avvicinamento a non meno di 100 metri dai luoghi frequentati dalla donna e dal bar in cui è solita frequentare. Questo però non ha fermato l’uomo che ha continuato nel suo intento morboso. E così il 19 aprile era stato emesso un ulterio aggravio di misura cautelare, obbligando M.B. a presentarsi in un oriario ben preciso in Questura per la firma. Trascorrono alcuni mesi fino ad arrivare al 3 luglio quando la donna nel giro di 40 minuti lo ha prima trovato sotto casa e poco dopo, nelle vicinanze dell’abitazione dei suoi genitori. In ultimo qualche ora più tardi si è presentato davanti al bar dove la 49enne era entrata per un caffè, minacciando e insultandola. La donna spaventata ha chiamato la polizia. Nel giro di pochi minuti sono arrivate due squadre della volante. Con l’aiuto di un collega in borghese che aveva provveduto a fermare M.B. hanno messo le manette ai polsi all’uomo. M.B., già noto per reati simili, è stato arrestato per stalking ed è ora in attesa di convalida da parte del giudice.
Tag:, ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*