Anuga 2017, Botalla c’è

E’ il più importante appuntamento al mondo per il food & beverage, che è iniziato oggi a Colonia, in Germania

Lo Sbirro, unico formaggio alla birra Menabrea, il Kaprone a latte crudo, il Lunatico e il Burro, insieme a tutte le altre creazioni esclusive Botalla, saranno presenti ad Anuga 2017, il più importante appuntamento al mondo per il food & beverage, che si svolgerà a Colonia, in Germania, dal 7 all’11 ottobre. Qui si ritroveranno 7.200 espositori, provenienti da 100 paesi, e 160.000 operatori di 192 paesi, oltre a tutte le più importanti catene distributive di Germania, Europa e d’Oltreoceano. Anuga è la principale piattaforma dei trend, della distribuzione e dell’industria alimentare internazionale. E, grazie alla sua ampia offerta, raggiunge non solo i responsabili decisionali della distribuzione internazionale, ma anche i maggiori operatori del mercato dell’out of home e i buyer delle grandi piattaforme on-line.

E’ un appuntamento imperdibile per l’azienda Botalla, con i suoi formaggi di latte vaccino realizzati con latte 100% italiano delle valli piemontesi, che saranno presentati in degustazione in accompagnamento ad un’altra eccellenza biellese, la Birra Menabrea.
E’ un’occasione prestigiosa per raccontare i prodotti, la filosofia, il presente e il futuro dell’azienda, fondata a Biella nel 1947, che quest’anno festeggia i suoi primi settant’anni di storia.

Ad Anuga Botalla presenta anche una novità per i mercati esteri e, in particolare, per gli operatori della ristorazione: la Linea Gourmet, ideale proprio per il settore dell’Horeca. Una gamma che comprende alcune fra le creazioni esclusive degli artigiani del latte di Botalla Formaggi, disponibili in un formato più piccolo, pensato proprio per le esigenze della ristorazione: la Caciotta Caprina, la Tometta al Peperoncino, la Tometta alle erbe, il Lunatico.

Questi prodotti, infatti, sono adatti sia per un carrello dei formaggi delizioso e gourmet, all’insegna dell’eccellenza Made in Italy, sia per la preparazione di piatti unici e originali in cucina.

“La nostra è un’azienda che fa della continua innovazione una delle sue priorità, in un equilibrio capace di armonizzare tradizione e innovazione. Con formaggi dal gusto unico e in grado di rispondere alle tante esigenze di un mercato in continua evoluzione”, spiega Andrea Bonino, direttore commerciale di Botalla Formaggi.

La storia. Botalla Formaggi nasce nel 1947 nel quartiere Riva, nel cuore di Biella. Alla fine degli Anni Settanta, il caseificio fondato da Natale Botalla viene rilevato da Sandro Bonino. Oggi l’azienda è cresciuta: a guidare l’impresa, con Sandro e Maria Teresa, ci sono i figli Simona, Andrea e Stefano. La “montagna” è in ogni forma di formaggio Botalla: si può assaporare nei profumi, sapori e aromi presenti in ogni fetta di formaggio. E’ anche una filosofia che distingue da sempre l’azienda, quella di salire verso la cima con attenzione e rispetto, un passo dopo l’altro. La particolare sensibilità per il territorio si traduce inoltre in uno speciale impegno a sostengo di attività sportive popolari, come basket, bocce, ciclismo, atletica, sci, calcio a 5.

Tre i siti in cui avviene la lavorazione del latte: il caseificio della Valle Elvo, quello di Albiano d’Ivrea e il caseificio nella sede centrale di Biella. A cui, dal 2013, si è aggiunta la nuova sede di Mongrando (Bi). L’assortimento Botalla Formaggi propone oltre 30 ricette diverse che affondano le radici nella tradizione piemontese (dalla Toma al Maccagno) per poi esplorare nuove possibilità, come Sbirro (unico formaggio alla birra Menabrea), VEGGY la Tometta con caglio vegetale e Kaprone il formaggio di capra a latte crudo.

Nel 2017, l’azienda festeggia i settant’anni.

Tag:, ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*