AMBIENTE, EUROPA: UN PIANO PER LA BIODIVERSITÀ SULLE ALPI FRA PIEMONTE, VALLE D’AOSTA, LIGURIA E FRANCIA

Come attuare le strategie europee per la tutela della biodiversità sulle Alpi? Francia e Italia si impegnano a dare una risposta, presentando strategie e obiettivi del Piano Integrato Tematico Transfrontaliero – PITEM BIODIVALP. La Regione Piemonte e i parchi piemontesi dell’area interessata partecipano con un ruolo da protagonisti. Martedì 4 giugno a Monêtier-les-Bains, nel Dipartimento francese delle Hautes Alpes, si terrà la presentazione del Piano integrato tematico (PITEM) BIODIVALP, piano per la cooperazione transfrontaliera tra le Regioni Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Auvergne-Rhône Alpes e Sud Provence-Alpes-Côte d’Azur sul tema della biodiversità. Proteggere la biodiversità e gli ecosistemi alpini attraverso una partnership e una rete di connettività ecologiche transfrontaliere è il principale obiettivo di questa cooperazione, nata dalla necessità di unire sforzi e strategie utili alla conservazione delle specie e degli habitat che le ospitano, attraverso la condivisione di metodologie e azioni concrete.

Martedì 4 giugno, prima giornata-evento del PITEM BIODIVALP, il piano verrà presentato alla stampa e ai numerosi soggetti interessati con la descrizione delle azioni previste per la sua realizzazione. Nello specifico, durante il primo pomeriggio verrà presentata l’azione “Sentinelle des Alpes”, sviluppata nell’ambito dello stesso BIODIVALP al fine di comprendere meglio le dinamiche dell’evoluzione degli ecosistemi alpini senza dimenticare le problematiche relative ai cambiamenti climatici e all’utilizzo dei territori montani. Seguiranno gli interventi dei rappresentanti delle Regioni coinvolte, con un’anticipazione delle attività svolte fino a oggi insieme agli obiettivi di conservazione, tutela e valorizzazione della biodiversità che si intendono raggiungere. Un ruolo da protagonisti quello che attende insieme alla Regione Piemonte gli Enti di gestione delle Aree protette delle Alpi Cozie (soggetto attuatore), del Monviso e delle Alpi Marittime, coinvolti nella realizzazione delle attività progettuali del PITEM BIODIVALP

Cos’è il PITEM – BIODIVALP

Inserito nell’ambito del Programma comunitario 2014-2020 ALCOTRA Italia-Francia, il piano PITEM – BIODIVALP presenta una rilevanza strategica per il territorio interessato che si inquadra nelle indicazioni della Strategia UE per la Regione alpina EUSALPIl piano è articolato in cinque progetti che si concentrano sulle azioni necessarie alla tutela della biodiversità, al monitoraggio di specie e habitat, alla ricerca di metodologie utili alle dinamiche delle reti ecologiche, alla sperimentazione di azioni di governance territoriale e alla comunicazione e sensibilizzazione su questi temi.

Il budget previsto per l’intero programma è di 8.969.000 euro su una durata complessiva di 4 anni.

I cinque progetti del PITEM BIODIVALP

  • Progetto 1 COEVA: ha obiettivi di coordinamento e valutazione generale del PITEM. Soggetto capofila, la Règion Sud Provence Alpes Côte d’Azur;

  • Progetto 2 COBIODIV: ha l’obiettivo di comprendere la biodiversità e gli ecosistemi. Capofila Règion Sud Provence Alpes Côte d’Azur ;

  • Progetto 3 GEBIODIV: ha l’obiettivo di gestire gli ambiti di biodiversità armonizzando i metodi di gestione degli spazi alpini protetti. Capofila è la Regione Piemonte.

  • Progetto 4 BIODIVCONNECT: ha l’obiettivo di proteggere le specie e gli ecosistemi attraverso la connettività ecologica transalpina. Capofila è la Règion Auvergne Rhône Alpes.

  • Progetto 5 PROBIODIV: ha l’obiettivo di promuovere la biodiversità e gli habitat come fattori di sviluppo dei territori e di mettere in atto una governance per la valorizzazione e la tutela attiva e partecipativa transalpina. Capofila è la Regione Liguria.

Tag:, , , ,

Comments are closed.