ALLA “PRIMA” ROMANA DI DANIELE BASSO, PROTAGONISTA ANCHE IL NOSTRO TERRITORIO

Alcune realtà della provincia hanno contornato l’inaugurazione della mostra dell’artista biellese.

Alla serata d’inaugurazione della mostra personale di Daniele Basso che ha avuto luogo ieri nella sede di Azimut Capital Management di Roma, oltre all’Arte è stato protagonista anche il biellese ed i suoi prodotti d’eccellenza nel rinfresco organizzato da Mosca 1916 e coi canestrelli di BiBiel. Ma non solo. Sono intervenuti all’evento più di 200 ospiti con numerose personalità di rilievo del panorama romano, dell’economia e della politica. Tra i partecipanti anche don Giuseppe Tanzella Nitti (direttore del Centro DISF della Pontificia Università della Santa Croce e Vatican Observatory, Castelgandolfo), la Contessa Marta Buccellati (di origini Biellesi), Elena Chiorino (Sindaco del Comune di Ponderano), Valentina Bisti (TG1), Leonardo Metalli (RAI 1) Alberto Mosca (titolare di Mosca 1916).

“DANIELE BASSO” La prima personale dell’artista a Roma dal 2 al 5 ottobre 2018

Azimut Capital Management ha inaugurato mercoledì 3 ottobre nella sede romana di via Flaminia 133 la mostra di Daniele Basso, la prima personale a Roma dell’artista conosciuto per le sue sculture in acciaio lucidato a specchio, che espone in questa occasione un’intensa raccolta di opere.

“La passione di Azimut per l’arte contemporanea  – spiega Luca Puggioni A.D. di Roma – è dovuta al fatto che i valori della ricerca e dell’innovazione sono al centro dell’impegno di Azimut, nell’approccio agli investimenti dei nostri clienti”.

Una mostra di breve durata, che si configura più come un evento, in cui scoprire il dialogo tra Arte e Impresa attraverso opere e riflessioni condivise con l’artista, Daniele Basso, che ha fatto della collaborazione tra Arte e Aziende, nazionali e internazionali, uno dei suoi temi distintivi.

“Col mio lavoro – dichiara Daniele Basso –  cerco di esplorare il senso e il significato eterno della vita. Ogni mia opera esprime un messaggio. L’obiettivo è generare una riflessione per indurci a una maggior coscienza di noi. Le sculture diventano simboli in cui riconoscerci, come individui, ma soprattutto come componenti di una collettività unica e distintiva. Di cui essere orgogliosi. I cui valori sono parte della nostra identità […] Il Lavoro e le Aziende in cui noi viviamo gran parte della vita, sono aspetti determinanti per descrivere noi stessi e la cultura del territorio di cui siamo interpreti e protagonisti!”

Il percorso espositivo si sviluppa attraverso 27 opere, tra sculture in acciaio, bronzo bianco e legno, che ripercorrono le principali tappe della carriera dell’artista nelle sue collaborazioni, tra gli altri, con The Coca Cola Company, Aurora Penne, Rossocorsa Ferrari, Casa Sanremo – Festival di Sanremo, Star Team Monaco – S.A.S. il  Principe Alberto II di Monaco e Swarovski®, sempre alla ricerca della bellezza espressa con un lavoro di qualità, per fornire alle persone appigli concreti ed emozioni positive capaci di stimolare l’immaginazione, il sogno e il progetto di un futuro migliore.

Nell’attuale contesto globale, dove i confini della nostra identità diventano labili e la società appare “liquida”, Daniele Basso, attraverso l’arte, propone simboli universali ispirati dalle competenze specifiche della terra in cui viviamo, esaltandone i valori quali fondamento della nostra identità per affrontare con coraggio e rinnovata fiducia il futuro e i cambiamenti a cui la vita ci espone inesorabilmente.

Red BC

Tag:, , , , , ,

Comments are closed.