ALESSIO ERCOLI INSIEME ALLA DELEGAZIONE ESTERI LEGA PIEMONTE A BARCELLONA

In settimana ci sono state le visite e gli incontri.
Martedì 11 settembre la Delegazione Esteri Lega Piemonte ha partecipato alla ‘Diada Nacional de Catalunya’, la festa nazionale della Catalogna.
La Delegazione Esteri era presente in duplice forma: da una parte Giacomo Perocchio, responsabile della Delegazione Esteri Lega Piemonte, dall’altra Alessio Ercoli, rappresentante della compagine giovanile della Delegazione; non sono mancati inoltre i ragazzi del Movimento Giovani Padani Piemonte.
L’evento è stato molto significativo, perché la Delegazione è stata formalmente invitata dall’unico partito catalano, SOM Catalans, che difende l’identità della Catalogna oltre ad essere molto affine ai principi fondanti della Lega, tra i quali la lotta all’immigrazione incontrollata.
Soddisfatto Alessio Ercoli: “Dobbiamo ringraziare SOM Catalans per averci accolto come fratelli, soprattutto siamo soddisfatti dell’impatto che la nostra visita ha avuto sulla Diada: moltissimi messaggi di ringraziamento sono giunti per il sostegno che la Lega di Matteo Salvini sta fornendo alla causa della Catalogna. Abbiamo raccolto numerosi contatti di persone che sono interessate ai nostri progetti futuri e, come avvenuto per Pontida, sicuramente SOM Catalans parteciperà nuovamente alle nostre iniziative. Un primo segnale per un cambiamento concreto. Noi della Delegazione siamo invece pronti a tornare in Catalogna e ad andare in altre Nazioni per far sì che la Lega possa essere leader anche del cambiamento in seno all’UE e per dimostrare che un’altra Europa é possibile”.
Giacomo Perocchio incentra l’argomento sull’autonomia e su quanto questa sia fondamentale anche per cambiare l’assetto politico in Europa: “Sicuramente l’accoglienza riservataci è stata molto calorosa, soprattutto da SOM Catalans, con il quale condividiamo la visione politica. Questa accoglienza è indice che la Lega sta prendendo piede anche al di fuori dell’Italia, del resto la recente copertina del Time ne è testimonianza. Partecipare alla Diada è stato un ottimo modo per testare la situazione politica estera, e per ribadire come oggi più che mai l’autonomia dei popoli sia un diritto che va accettato, in particolare in Catalogna, dato l’esito delle elezioni del 1º ottobre 2017 in cui la volontà popolare non è stata rispettata dal governo di Madrid. Rivendicare l’autonomia significa far tornare il popolo ad essere il vero sovrano nelle proprie decisioni. Siamo contenti di aver trovato in SOM Catalans un valido alleato in questa lotta”.

Red BC

Tag:, , , ,

Comments are closed.