50 MILIONI DALLA REGIONE PIEMONTE PER COMBATTERE LA DISOCUPPAZIONE

La Regione Piemonte stanzia 51,5 milioni per combattere la disoccupazione nel periodo 2018-2021. Una direttiva approvata dalla Giunta durante la riunione del 1° giugno prevede percorsi, finanziati in gran parte dal Fondo sociale europeo, per l’occupabilità e l’aggiornamento delle competenze rivolti a persone disoccupate in possesso di qualifica, diploma o laurea che vogliono conseguire una specializzazione, ed anche per occupati e disoccupati che intendono conseguire una qualifica o un’abilitazione professionale.

Novità sono i percorsi brevi per la riqualificazione e ricollocazione professionale delle persone che hanno perso il lavoro e sono inserite nelle misure di politica attiva oppure provengono da aziende in crisi. Previste anche attività per l’inclusione socio-lavorativa di soggetti vulnerabili come detenuti, disabili e stranieri.

Come precisa l’assessora al Lavoro e alla Formazione professionale, questa direttiva punta da una parte ad assicurare continuità a un’offerta formativa di durata triennale, studiata per rispondere ai fabbisogni professionali delle imprese e alle esigenze delle persone, dall’altra punta a mettere a disposizione dei lavoratori coinvolti in crisi aziendali interventi di formazione mirati a sostenerne il reinserimento lavorativo.

La direttiva si attuerà mediante avvisi pubblici rivolti agli enti accreditati, che saranno emanati nelle prossime settimane con l’obiettivo di arrivare in autunno alla definizione dell’offerta formativa. In particolare, gli avvisi per l’occupabilità e l’inclusione socio-lavorativa, per cui sono stanziati complessivamente 42 milioni, verranno banditi da Città metropolitana di Torino per il territorio di propria competenza e dalla Regione Piemonte per gli altri ambiti. I percorsi per i lavoratori coinvolti in crisi aziendali, che usufruiscono di uno stanziamento di 9.5 milioni, saranno invece oggetto di un unico bando a cura della Regione.

Provvedimenti di questo tipo permettono di raggiungere importanti risultati: con la precedente direttiva nell’anno formativo 2016-17 sono stati attivati 640 corsi a cui hanno partecipato 10.687 persone, con esiti formativi e occupazionali significativi: il 91% ha concluso il percorso e il 60% di costoro ha trovato lavoro entro un anno.

Tag:, ,

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*